La Sardegna, (in Sardo Sardigna) è la seconda isola più estesa del Mar Mediterraneo, situata ad ovest della penisola italiana, è bagnata dal Mar Tirreno a est, e dal Mar di Sardegna a ovest, a sud è separata dal continente africano dal Canale di Sardegna, mentre a nord le Bocche di Bonifacio la separano dalla Corsica.

La Sardegna ha una superficie complessiva di 24.090 km², e vi vivono 1,68 milioni di persone, è una Regione Autonoma a statuto speciale facente parte della Repubblica Italiana.

 

Intorno al II millenio a.C. si sviluppa in Sardegna una delle civiltà antiche più misteriose del mondo la Civiltà Nuragica, che ci ha lasciato circa 8.000 nuraghi (Il Nuraghe è la tipica costruzione a cono, con cui si identifica questa Province della Sardegnaciviltà).

Ricca di tradizioni e cultura la Sardegna è conosciuta per la bellezza e per l'immenso patrimonio naturalistico, che la rendono unica al mondo; le sue coste sono bagnate da un mare pulito, limpido e cristallino, e l'entroterra, per l'80% montuoso o collinare è molto vario da una regione all'altra.

 

Territori della Sardegna

 

Il Logudoro è un area nord-occidentale della Sardegna, è un territorio collinare e l'origine del nome deriva da "Logu d'oro" ossia "luogo d'oro", questo pare sia dovuto alla fertilità del suo territorio.

La Gallura è una regione storica e geografica della Sardegna nord-orientale, si estende dal fiume Coghinas fino a San Teodoro, e comprende la rinomata Costa Smeralda e l'Arcipelago della Maddalena. Un territorio ricco di bellezze paesaggistiche, granitico e prevalentemente collinare, la costa della Gallura è molto frastagliata a formare porti naturali, baie e calette e l'acqua è limpida e dal color smeraldo. Nel medioevo in questa regione vi era il Giudicato di Gallura, che aveva per capitale Civita, l'antica Olbia.

Il Campidano è quell'area sud-occidentale che corrisponde alla fertile pianura, la più grande della Sardegna, e si estende dal Golfo di Cagliari al Golfo di Oristano, una vasta area di origine fluviale, coltivata sin dall'antichità. Un'ampia regione dall'economia agricola, mentre nelle zone costiere il turismo e la pesca sono la principale fonte di guadagno.

La Barbagia, è un area montuosa, ed è stata nel passato un area particolarmente isolata, mantenendo cosi intatte le tradizioni, lingua e cultura. Il nome Barbagia deriva con molta probabilità dal latino "barberia", nome che i romani avevano dato alla regione in quanto non sono mai riusciti a sottomettere le popolazioni di quelle terre, per i romani rimaneva sempre un territorio inaccessibile.

La Baronia è un territorio situato nel centro nord-orientale, caratterizzato da fertili pianure e colline, il nome a derivazioni spagnole. L'agroalimentare è il settore trainante di questa sub-regione della Sardegna.

L'Ogliastra è una regione centro-orientale dell'Isola, un territorio dalla natura molto aspra, la zona costiera gode di una buona economia turistica, mentre la zona interna e montuosa è dedicata ai lavori di campagna, sviluppata sopratutto nell'allevamento dell'ovino e del caprino.

Il Sulcis-Iglesiente è una regione della Sardegna sud-occidentale, ricca di risorse minerarie, e di storia. Sono comprese nel territorio l'Isola di San Pietro e di Sant'Antioco.

Informazioni utili per visitare la Sardegna

Visitare la Sardegna è semplicissimo, si può arrivare in aereo e raggiungere gli aeroporti di Olbia, Alghero e Cagliari, o via mare in traghetto dalla penisola, che è collegata ai principali porti dell'isola: Olbia, Porto Torres, Cagliari, Arbatax e Golfo Aranci.

Utili informazioni per i viaggiatori diretti in Sardegna si possono trovare in questo sito tra cui centinaia di hotel dove soggiornare.