Il trekking in Sardegna è una passione che sta di anno in anno aumentanto, e che attira sempre di più un maggiore numero di turisti.

Tutto questo è dovuto al bellissimo e variegato paesaggio che la Sardegna offre, delle coste, a tutto l'entroterra ancora incontaminato, quest'isola regala emozioni sempre diverse.

Numerosi sono i luoghi in Gallura e in tutta la Sardegna dove è possibile effetturare con l'aiuto di guide specializzate il trekking, basti pensare al Monte Limbara, nei pressi di Tempio Pausania, dove è possibile andare alla scoperta del granito, dei boschi, dei ruscelli, percorrere antichi sentieri che conducono all'oasi di ripopolamento dei mufloni e dei daini.

Il promontorio di Capo Figari, Golfo Aranci, una distesa di calcale tra i graniti galluresi, dove è possibile scorgere sempre il mare bellissimo della Sardegna, numerosi sono le specie di uccelli, la poiana, il falco pescatore ed il faclo pellegrino.

Nel Golfo di Orosei si può fare del trekking anche per raggiungere spiagge immerse nella natura, Cala Goloritzè è una spiaggia che si trova nella parte sud del Golfo di Orosei, e considerata una della spiagge più suggestive della Sardegna, famosa per il pinnacolo alto 143 metri, meta di sportivi per arrampicate e per i climbers. Raggiungibile via mare o via terra tramite un sentiero a piedi (circa 1 ora e 30 minuti), che parte dall'Altopiano del Golgo, fino ad arrivare alla spiaggia, con un dislivello di 470 metri, questo sentiero è meta di molti appassionati di trekking.

Trekking Cala Goloritze Trekking Ogliastra Capo Figari e Isola di Figarolo

 

Poi ancora l'Isola di Caprera, famosa per la presenza della casa di Giuseppe Garibaldi, da la possibilità di godere di un vero e proprio paesaggio naturalistico incontaminato, da non perdere i sentieri che portano a due calette, Cala Napoletana e Cala Coticcio.

 

Monti di Cabu Abbas - Olbia Macchia Mediterranea sul Nuraghe Riu Mulinu, Olbia Panorama Nuraghe Riu Mulinu Cabu Abbas - Olbia