Errori che compromettono la sicurezza a lavoro

La salute è impagabile

Tutti noi siamo d’accordo sul fatto che la propria salute sia un bene da preservare. Quando ci sentiamo poco bene andiamo dal medico e siamo disposti a spendere quanto serve pur di sentirci meglio.

Mentre lavoriamo, comunque, potremmo dimostrare di non dare la giusta priorità alla sicurezza, mettendo, di fatto, in pericolo la nostra salute e, in alcuni casi, la nostra vita. In questo articolo parleremo di quelli che sono gli errori più comuni sul luogo di lavoro che ci portano a correre inutili rischi.

Lavorare in un ambiente sporco e disordinato

Spesso, per andare di fretta, potremmo evitare di mettere al proprio posto gli attrezzi non utilizzati o i residui di macerie, che spesso presentano pezzi appuntiti e taglienti. Il problema è che così facendo non avremo la libertà di movimento necessaria per agire in piena sicurezza. Nel caso dovessimo inciampare, tra l’altro, un conto sarebbe cadere su un pavimento sgombro, un altro sarebbe cadere su oggetti o materiali appuntiti o taglienti.

Se dovesse versarsi dell’acqua o qualche altro tipo di liquido, non rimandiamo: puliamo al più presto prima che qualcuno scivoli inavvertitamente.

La trappola dell’eccessiva sicurezza di sé

L’esperienza è sicuramente un vantaggio perché aumenta il grado di efficienza nello svolgimento di un lavoro.

L’eccessiva sicurezza di sé, comunque, potrebbe metterci seriamente in pericolo, facendoci pensare che se ci è andata bene finora, le cose continueranno così anche in futuro, portandoci a sottovalutare le norme di sicurezza ed a mettere in pratica comportamenti pericolosi a lavoro, solo perché ci si sente invulnerabili.

Non utilizzare i DPI

I dispositivi per la protezione individuali sono spesso obbligatori per legge. In alcuni casi vanno a prevenire incidenti e danni che potremmo subire nell’immediato. Un classico esempio di questo genere di dispositivi sono il casco, i guanti antitaglio o le scarpe anti infortunio.

Altri dispositivi, come le mascherine o gli otoprotettori, ci proteggono da danni che non si vedono subito ma che vengono riscontrati a distanza di tempo.

Potremmo non indossarli perché forse li troviamo scomodi o perché pensiamo che la durata del lavoro che svolgeremo è talmente breve da non richiedere il loro utilizzo. Il punto è che gli incidenti sono imprevedibili per definizione, e possono succedere proprio nel momento in cui siamo meno protetti.

Minimizzare i mancati incidenti

Alcuni incidenti non avvengono per un soffio. Piuttosto che sminuire quello che è successo, sarebbe opportuno valutare cosa a portato a questa situazione di pericolo e fare di tutto per porvi un rimedio concreto.

E’ importante inoltre creare delle condizioni di lavoro favorevoli. L’eccessiva pressione sui lavoratori non solo non li spingerà a lavorare meglio, ma alimenterà il malcontento, facendogli credere che sia accettabile trovare delle scorciatoie quando si tratta di sicurezza.

Creiamo delle condizioni di lavoro giuste, che tengano conto dei diritti dei lavoratori. Una di queste consiste nell’installare dei bagni chimici. Se dobbiamo noleggiare dei bagni chimici a Senago possiamo contattare l’azienda Ecotaurus, leader in questo settore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *