Cose utili da sapere prima di organizzare un viaggio negli Stati Uniti

America: una terra (ancora) tutta da scoprire!

Fare un tour negli Stati Uniti può rivelarsi un’esperienza indimenticabile. Le opportunità offerte da questo territorio sono infinite. Possiamo dire che ce n’è davvero per tutti i gusti. Metropoli frenetiche e ricche di vita, strade che percorrono territori selvaggi e sconfinati, parchi nazionali di estrema bellezza, per non parlare delle isole oceaniche…Fiduciosi che le restrizioni dovuti alla pandemia di covid-19 possano presto decadere, andiamo a vedere assieme quali sono alcune cose che è importantissimo sapere quando si sta organizzando un viaggio in America.

Documentazione necessaria

Per gli Italiani non è assolutamente complicato ottenere la documentazione necessaria a viaggiare. Il Passaporto rimane obbligatorio. Per ottenerlo sarà sufficiente rivolgerci alla locale stazione di polizia. Essenziale si rivela anche l’autorizzazione ESTA. Questa si può richiedere facilmente su un sito autorizzato. Si tratta di un visto elettronico che è obbligatorio esibire nel momento in cui atterriamo all’aeroporto. Nel caso in cui dovessero sorgere problemi, dovremo contattare l’ambasciata italiana per sbloccare la pratica.

Procurati un lucchetto TSA

Per un viaggio così lungo chiudere la valigia con un lucchetto contribuisce a dare un senso di sicurezza in più. Gli addetti ai controlli sono autorizzati ad effettuare delle verifiche a campione. Se la nostra valigia è chiusa con un lucchetto classico, questo verrà rotto. Ecco perché è meglio utilizzare un lucchetto TSA che si può aprire con una chiave master.

Assicurazione sanitaria

La sanità negli Stati Uniti è privata, e pertanto è senza dubbio una buona idea stipulare un’assicurazione sanitaria che offra la copertura adeguata per tutto il periodo della nostra permanenza. Ricordiamo infatti che pochi giorni di ospedalizzazione possono costarci una piccola fortuna.

Prese di corrente

Sappiamo tutti quanto siamo ormai dipendenti dai dispositivi mobili. Le prese di corrente sono diverse dalle nostre, e quindi per utilizzare i nostri caricabatterie avremo bisogno di alcuni adattatori che si possono ordinare semplicemente su internet.

Medicinali

Se abbiamo delle esigenze particolari o ci sono dei farmaci che utilizziamo frequentemente sarà meglio portarli con noi o almeno imparare il nome del principio attivo. Il nome commerciale del farmaco potrebbe infatti essere diverso e potremmo avere qualche difficoltà a procurarcelo.

La questione delle mance

Diciamocelo chiaramente, noi Italiani non siamo molto avvezzi a lasciare le mance. Benché anche in America queste siano considerate “discrezionali”, la realtà è che vengono considerate come qualcosa di obbligatorio. In alcuni locali vengono infatti già inserite automaticamente nel conto.

Di norma, una mancia può oscillare tra il 10 ed il 20 % del prezzo totale, e denota in parte anche l’indice di soddisfazione per il modo in cui siamo stati serviti dal cameriere. Il motivo principale è dovuto al fatto che i salari per i camerieri sono molto bassi, e quindi è entrata nell’uso la pratica di “compensare” con l’aiuto dei clienti. Volendo prendere il buono da questa cosa, teniamo a dire che i camerieri tendono ad essere molto gentili, magari sperando di motivarci ad essere più generosi.

Previous post Come promuovere il proprio brand grazie ad Instagram
Next post Quali sono i migliori tour turistici da fare in Puglia?

Leave a Reply

Your email address will not be published.